Gais, idillio vacanze a Plan de Corones

Gais in autunno

Dati di riferimento:

Abitanti: ca. 3.200

Altitudine: 841 m s.l.m

Highlights:


Alloggi:

All'entrata delle romantiche Valli di Tures e Aurina si trova la carina località di villeggiatura di Gais, situata a 820 metri sopra il livello del mare, il quale nome deriva dall'Indogermanico e significa "paese d'allagamento". È un'ottima meta per una vacanza rilassante e al contempo attiva nell'area turistica Plan de Corones in Italia.

Talvolta il tempo pare essersi fermato a Gais, che comprende anche le località Rio Molino, Montassilone e Villa Ottone. Le malghe, la vicinanza alla natura e la famosa cordialità degli abitanti si mischiano alla moltitudine di attività e agli ottimi alloggi come hotel, che fanno di Gais un posto unico per le vacanze in Alto Adige. Per una vacanza ricca di attrattive il paese offre possibilità come escursioni, piscina, arrampicate e passeggiate in estate.

Attrattive a Gais

Un consiglio escursionistico esclusivo per la vostra vacanza nel comune di Gais è il mulino a vento storico con il Castel Chela. La ruota a vento attualmente è di nuovo in funzione e si fa sentire in modo cigolante sopra il luogo di vacanza. Non lontano da questa testimonianza storica si trova il Castel Chela risalente al 12° secolo. A causa di un incendio l'ex residenza nobiliare non è più completamente conservata. Questi due monumenti si possono raggiungere lungo un sentiero escursionistico, che attraversa anche il paesaggio del paese.
Hermann von Gilm, a suo tempo un rinomato poeta tirolese, organizzò presso il Castel Chela i famosi "Kehlburger Maifestspiele". Ricco di storia e assolutamente da visitare è anche il Castel Casanova. Un bel sentiero escursionistico dedicato alla cultura, che invita a fermarsi e a meditare, porta da Gais al castello. Il castello ha una storia molto movimentata e numerosi proprietari diversi tra i quali i Signori di Tures, i conti di Gorizia, Oswald von Wolkenstein, il conte Alexander Künigl e anche i conti Thun-Strassoldo. Dal 1977 il castello è di proprietà della famiglia di Siegfried Hofer di Lutago e viene gestito come albergo. Solamente il mastio e parti delle mura di cinta sono stati conservati nella forma originale.

Panoramica di GaisLaghetto naturale a GaisMontassilone a Gais

Assolutamente da visitare è anche la chiesa parrocchiale di Gais. È dedicata a San Giovanni e risale al 12° secolo. È quindi una delle più antiche chiese del Tirolo. Ma anche la piccola frazione di Villa Ottone offre alcune interessanti attrattive, per esempio il Castello di Villa Ottone dell'11° secolo, che troneggia maestosamente sopra il paese oppure la meravigliosa chiesa parrocchiale dedicata a Santa Margherita. La seconda frazione, Rio Molino, si trova sopra Villa Ottone a 1.400 metri sopra il livello del mare, come anche Montassilone, che si trova a 1.485 metri sopra il livello del mare. Entrambe le frazioni di Gais meritano sicuramente una visita.

Attività ricreative in estate e in inverno

Una divertente quanto rilassante vacanza a Gais e Rio Molino, i cui dintorni fanno parte del Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina, è garantita: fate il pieno di nuove energie camminando, nuotando nel laghetto naturale, che viene definito dai locali come "Baggerlacke" ed è un popolare punto di incontro per gli amanti dell'acqua in estate, arrampicandovi oppure andando in montagna o pedalando durante i mesi estivi lungo la pista ciclabile che conduce in Valle di Tures. In inverno raccogliete nuove energie camminando con le ciaspole oppure praticando lo sci d'alpinismo.
Tanto divertimento vi viene offerto anche dagli oltre 110 chilometri di piste da sci della regione vacanza Plan de Corones - sciatori e snowboarder possono gioire di fronte alle fantastiche piste di ogni livello di difficoltà e in particolare quest'ultimi possono sfogarsi nel più grande snowpark delle Alpi. Altrettanto felici possono essere anche i fondisti e i praticanti dello slittino di fronte alla vasta gamma di piste per lo sci di fondo e per lo slittino offerte dalla regione turistica attorno al Plan de Corones in provincia di Bolzano.

E inoltre a Gais vi è anche un museo del tutto particolare che interessa soprattutto i vigili del fuoco: il Museo degli elmi dei pompieri. Qui sono esposti circa 600 diversi esemplari di elmi.

Che cosa aspettate, la Val Pusteria e in particolare Gais vi aspettano!

Ulteriori consigli che potrebbero interessarvi

Ulteriori informazioni e alloggi a Gais

OK